giovedì 27 aprile 2017

Sarah Andersen alla Libreria Marco Polo di Venezia








In super ritardissimo, ma ci sono!
Volevo preparare il post già lunedì sera, ma ero distrutta; martedì sera mi stava esplodendo la testa e ieri sono stata sommersa di lavoro in biblioteca con il trasloco.
Finalmente oggi vi parlo della bella, bella giornata di lunedì 24 aprile passata a Venezia per il firma copie di Sarah Andersen (aka Sarah's Scribbles) alla Libreria Marco Polo.
Parto parlandovi proprio della libreria. 

Si tratta di una bellissima libreria indipendente, con una selezione molto accurata di titoli principalmente di case editrici medio-piccole e indipendenti. Troviamo NN Editore (proprio questa sera c'è l'incontro con Tom Drury, e io me lo perdo, maledizione!), le mie amatissime Marcos y Marcos (sto leggende Un complicato atto d'amore della Toews, che sarà alla Marco Polo il 25 maggio) e Iperborea, ma anche Sur, Edizioni Black Coffe (di cui ho comprato proprio lunedì Il corpo che vuoi di Alexandra Kleeman), Bao Publishing e un'ampissimo settore di libri illustrati per adulti e bambini.

















Insomma, è un posticino davvero bellissimo. Per non parlare dei fantastici librai, compresa la mezza libraia Olympia, che scelgo con estrema cura quali libri tenere e proporre. E soprattutto li leggono! Potete trovare alcune recensioni QUI
Le Panche Rosse
Olympia ♥ 


















Adoro trovare delle persone che amano così tanto i libri e che ci mettono tutta la passione possibile e immaginabile per fare il lavoro di librai.  
Le librerie di catena con commessi che non sanno nemmeno cosa vendono o gli shop on line dove non c'è alcuna interazione, ormai mi stanno diventando sempre più allergici. Sì, c'è la comodità degli sconti e delle offerte, del ricevere il pacco comodamente a casa (quando il corriere riesce ad arrivare), ma il gusto di entrare in libreria, gironzolare senza sosta tra gli scaffali e sfogliare i libri, è tutt'altra cosa.
E loro organizzano anche un sacco di incontri, presentazioni e firma copie davvero interessanti.
Se siete a Venezia, andateci. 
Altrimenti seguiteli sui social: instagram, sulla pagina dei Librai, sulle Panche Rosse e sul sito/blog.
Ma passiamo al fulcro del post (è una settimana che uso la parola  fulcro senza un reale motivo). 
Quando ho saputo che Sarah Andersen sarebbe stata a Venezia per un firma copie, ho subito deciso di organizzarmi e andare. Io amo Sarah'Scribbels e le sue vignette, perché sono esattamente io! Mi ci rivedo praticamente in tutte. E volevo da un sacco di tempo il libro Crescere, che palle!, quindi ho colto al volo l'occasione. 
Fortunatamente, vivendo in culonia tra i monti, dove i mezzi di trasporto sono come gli unicorni o i pentoloni d'oro alla fine degli arcobaleni, ho deciso di andare a Venezia già dalla mattina. Così mi sono fatta pure un giretto, dopo tanto tempo. 
Sorvoliamo sulla calca in treno, sulle commesse della Lush che ti assalgo appena entri e ti spalmano roba addosso (ehi, il vostro catalogo lo conosco così bene che, levatevi proprio), sui turisti in infradito che tentano di ucciderti con i selfi stick; mi sono fatta una bella camminata in totale tranquillità. Ho rivisto i miei posticini preferiti di quando ero all'università, e un po' di malinconia per aver dovuto lasciare è tornata, ma mi sono anche rifatta gli occhi. Perché Venezia è sempre Venezia, e ogni volta è come tornare a casa. 
Dopo aver mangiato con piccioni e gabbiani che mi fissavano minacciosi, ho deciso di fare subito un giro in libreria. E per fortuna direi! Poco prima delle tre si era creata una bellissima e lunghissima fila fin fuori dalla libreria! Ma io ero persa tra le pagine degli albi illustrati nella stanza dove ci sarebbe stato il firma copie, quindi mi sono ritrovata ad essere la prima. 
  • Punto 1. Sarah Andersen è carinissima, bellissima e fighissima. 
  • Punto 2. Io sono un'imbranata e rincretinita come sempre: stavo per rispondere Arianna quando mi ha chiesto How are you? e ho fatto dedicare il libri sbagliato alla mia amica che voleva il primo, ma amen. Elena so che mi amerai  lo stesso per sempre. 
  • Punto 3. Quanto belli sono Crescere, che palle e Un grosso morbidoso bozzolo felice? Quest'ultimo ha il titolo in copertina tutto morbidoso! 
  • Punto 4. Sono scema, potevo farmi una foto insieme a lei. Foto che avrei odiato per la mia faccia da rincretinita, ma ok. (vedi punto 2).









Mela, kiwi, ananas e libri nuovi 💸
Il mio nuovo look da trasloco in biblioteca
E niente, è stato tutto bello e meraviglioso.
E i treni non erano in ritardo. 
E mi sono portata a casa 4 libri, una bomba da bagno della Lush e le cannucce cioccolatose di Tiger. 
E quindi ora mi ritirerò a vita monastica fino all'arrivo della prossima paga. 
Ma sono tanto felice. 
Così tanto che quasi non mi pesa dovermi alzare presto domani per continuare il trasloco.
Quasi, ho detto quasi. 
Se riesco, tempo permettendo, a giorni arrivano anche: 
-il post sulla Festa all'Oasi Lipu
-foto-post sul giretto a Jesolo
-il post sulla Libreria Acqua Alta di Venezia
- e qualcos'altro tra le innumerevoli bozze in attesa. 
Portate pazienza, prima o poi riuscirò anche a non essere così prolissa ed esaurita.
A presto,
Ari♥

1 commento:

  1. Anch'io adoro le vignette di Sarah's Scribbles *_* peccato che il suo tour in italia non comprenda nemmeno una città siciliana ç_ç
    foto bellissime, come sempre!

    RispondiElimina

Ehi ciao! Lascia una traccia del tuo passaggio