venerdì 20 ottobre 2017

Inktober 2017: 11-19

Mentre leggete questo post io probabilmente sarò nel bel mezzo del colloquio dell'esame d'ammissione a Venezia. Ieri (cioè oggi, perché sto scrivendo alle 23.00) è stata una giornata lunghissima con 4 ore d'esame tra prova pratica e teorica, più la sveglia alle 6.00, mezz'ora a piedi per calli e campielli per raggiungere la sede e un'ora di treno al ritorno. 
Mi  maledico ancora per le (poche) risposte sbagliate che ho dato, ma in compenso il disegno è andato benone (se mi seguite su instagram avrete visto i miei scleri sulle stories). 
Vedremo per il proseguo.
Restando in tema disegno, oggi vi mostro la seconda parte del mio Inktober (QUI la prima parte).
Dopo una breve indecisione e un veloce sondaggio su instagram (@barattolodidisfunzioni) ho deciso di proseguire la serie con gli animali. Serie che proseguirà fino alla fine della challenge. 
E sto notando anche dei miglioramenti nel disegno delle bestioline a forza di disegnarle tutto il giorno. Esercizio every day is the way.
 #Inktober2017 #inktober2go #inktober 










A presto,
Ari♥

martedì 10 ottobre 2017

Inktober 2017: 1-10

Anche quest'anno è arrivato il mese tanto atteso da disegnatori, illustratori e fumettisti: ottobre. 
Ogni anno ottobre è sinonimo di Inktober, ovvero inchiostro e carta per 31 giorni.
Come l'anno scorso (QUI),  ho deciso di partecipare anche quest'anno, sperando di riuscire nuovamente a portare a termine l'intero mese. 
A differenza dell'anno scorso ho deciso di mantenere un tema principale. 
Non so ancora se per tutto il mese oppure a settimane.
Per il momento vi mostro il risultato dei primi 10 giorni, da domani si vedrà come andare avanti. 




 






A presto,
Ari 

lunedì 9 ottobre 2017

Trieste, dintorni e amiche speciali.

Ormai lo sapete, gli ultimi mesi sono stati per me molto difficili. E' passato più di un mese dagli ultimi post (QUI e QUI). 
Per staccare un po' la spina, quest'estate ho deciso di passare qualche giorno a Trieste da un'amica speciale.
Con Elena ci siamo conosciute tramite facebook grazie alla passione per la fotografia. E dal niente siamo diventate Amiche. E anche se viviamo distanti e ci vediamo sì e no una volta l'anno, credo di poter dire senza problemi che è la mia migliore amica. In tutti i brutti momenti e periodi che ho passato negli ultimi mesi (ma anche anni) lei c'è sempre stata, anche se solo via whatsapp. 
Mi ha fatto passare tre giorni bellissimi! E non vedo già l'ora di poterla rivedere.
Questo è un piccolo resoconto fotografico di quei giorni.
Grazie Elena 





                                                          





A presto,
Ari♥

martedì 29 agosto 2017

Incontri speciali.

Foto da Wikipedia

Ogni tanto si fanno degli incontri davvero speciali e inaspettati. E a volte accadono proprio nel momento in cui se ne sente maggiormente il bisogno. Come in  questo periodo. 

Celestino pronto per la sua nuova casa 
Capita che un giorno tu debba  portare un gattino verso la sua nuova casa, un convento di clausura. 
Un mondo diverso e distante anni luce dal mio in cui religione e fede si intravedono a malapena, se non niente del tutto. 
E capita che, inaspettatamente, qui incontri una persona meravigliosa.
Una persona che nonostante viva in un modo completamente agli antipodi dal tuo, con poche parole riesce a capirti, a farti sorridere, a farti comprendere diversamente la sua scelta e a farti ritrovare un po' di quella fiducia persa nel mondo. 
E infine ti fa un bellissimo dono.
E tutto questo, per una persona non credente, non praticante e con poca fede in qualsiasi cosa, è una cosa speciale. 
Grazie Suor Margherita.
Sono certa che il mio gattino non potesse trovare luogo migliore dove stare. 
Non è tanto la religione o la fede in qualcosa, ma le persone che fanno la differenza.
Trovare una persona giovane, carina e gentile, sorridente e felice della sua scelta "drastica" per chi guarda da fuori, ti porta a riflettere su tante cose. Specialmente in momenti della vita come questo, in cui non so bene qual è il mio posto nel mondo, chi sono e cosa voglio.
Di certo non mi ha avvicinata alla religione, ma quest'incontro mi ha dato una certa dose di serenità e fiducia, forse.



A presto,
Ari♥

lunedì 21 agosto 2017

Andare avanti..


Ph: Marti

Quest'anno il blog ha sempre funzionato a sbalzi. Se prima imputavo la cosa agli impegni e alla fatica del servizio civile, poi le cose sono cambiate.
Ho deciso di mettere in pausa il blog prima del previsto quest'estate, perché non c'ero con la testa. Non riuscivo a concentrarmi, a pensare e nemmeno a leggere, se non qualche pagina qua e là. 
C'erano sempre le solite preoccupazioni: casa, salute, lavoro e futuro. Ma per lo meno avevo un punto fisso. Una persona che era una colonna a cui aggrapparmi, che era tutto il mio mondo. 
Con cui facevo progetti per il futuro, con cui, se le cose fossero andate come doveva, avrei costruito una famiglia già qualche anno fa..  ma col senno di poi è stato quasi meglio non aver dato la vita a una piccola creatura, che ora probabilmente si troverebbe distrutto ancora più di me.
Tutto questo si è rivelato essere solo il preludio della fine di un capitolo della mia vita durato 7 anni.
In uno degli ultimi post ero fiduciosa e speranzosa riguardo il futuro e i miei progetti.
Poi tutto è andato in pezzi. Quel poco di fiducia in me stessa che ero riuscita così faticosamente a costruire, si è sgretolata completamente. 
Sono rimasta vuota, a pezzi, a chiedermi cosa avevo sbagliato.
Poi ho capito. Io non avevo sbagliato niente, se non forse aver dato tutta me stessa, tutto e troppo, a quella persona. Non è servito a nulla. 
Nel giro di qualche settimana il mio mondo, i miei progetti condivisi, i miei sogni e la mia colonna sono andati in frantumi. 
Sette anni spazzati via, senza sapere bene nemmeno il perché.
Perché un motivo vero c'è sempre, è troppo facile nascondersi dietro ad un "ho sbagliato io, non è colpa tua" mentre si carica in macchina la propria roba.
Sette anni in cui ho sacrificato tutto, tutta me stessa, anni in cui ho messo da parte tante cose. Sbagliando a quanto pare, ma ero innamorata. Totalmente. 
Quindi ora, anche se ancora tra qualche lacrima, si riparte per ricucire insieme i frantumi lasciati e andare avanti.
Un libro alla volta, un sogno e un progetto per volta. 
Per il momento da sola.
Ma senza più essere triste, perché certe persone non meritano la mia sofferenza e le mie lacrime. 
Solo la mia rabbia. 
E spero che in qualche modo tu capiti qui a leggere, ma dubito accadrà.. visto che nemmeno in sette anni hai mai dato un minimo segno di interesse per quello che facevo qui.
Quindi fanculo, io vado avanti per la mia strada, senza di te, e più forte di prima. 
Con le vere colonne della mia vita: la mia famiglia, con i miei meravigliosi genitori, il mio fratello, le mie stupende nipotine e mia cognata che mi svela i misteri dello scrapbooking. 
E alcuni dei miei meravigliosi amici che in tutto questo mi hanno aiutata a non rinchiudermi a guscio. Che fossero vicini, a km di distanza o dall'altra parte del mondo, amici che conosco da una vita o con cui ho scambiato una semplice chiacchierata. 
A voi va un grazie immenso. 
A te nulla, perché non sei più nulla per me. 

 

E non mi importa se non mi ami più
E non mi importa se non mi vuoi bene
Dovrò soltanto reimparare a camminare


A presto,
Ari♥

venerdì 14 luglio 2017

Brina e la Banda del Sole Felino di Giorgio Salati e Christian Cornia

Oggi torno a parlarvi di una storia a fumetti, con protagonista una dolce gattina alla ricerca della libertà!

Brina e la Banda del Sole Felino
Giorgio Salati, Christian Cornia

Tunué - 2017
96 pagine - 14,90

Brina, gatta di città, si trasferisce in montagna con i padroni per una vacanza estiva. Qui fa la conoscenza di alcuni randagi che si fanno chiamare "La Banda del Sole Felino". I nuovi amici la convincono a scappare e diventare una gatta libera. Ma se le scorribande nel bosco renderanno Brina consapevole di uno stile di vita e un'emancipazione che non conosceva, dall'altra parte getteranno nel panico i due giovani padroni, che non accettano di perdere quella che per loro è una componente fondamentale della famiglia. Dedicando una sofisticata attenzione ai sentimenti umani e felini, Cornia e Salati, affermato autore Disney, riescono a inquadrare il tema del difficile equilibrio tra proteggere quelli che amiamo e lasciar loro la libertà di fare errori, e cavarsela con le proprie risorse.

Brina è una gattina di città, molto legata ai suo padroni, Samuele e Margherita. Durante una vacanza in montagna però, incontra un gruppetto di gatti randagi: la Banda del Sole Felino. Questi fanno spuntare il suo animo curioso e la sua voglia di libertà, convincendola a lasciare i suoi padroni per unirsi a loro e vivere da vero gatto libero.
Per Brina inizia un'avventura all'aria aperta, fatta di corse e libertà. Ma è davvero questa la vita che vuole? Lontana da Samuele e Margherita? Brina si accorgerà pian piano che ogni animale domestico ha la sua esperienza, e quello che per un gatto può sembrare una restrizione e privazione di libertà, per un altro può essere una protezione.

Parallelamente alle avventure miciesche, seguiamo la storia dal punto di vista di Samuele e Margherita. I due ragazzi sono infatti disperati per la scomparsa della loro compagna pelosa, iniziano così una lunga ricerca in giro per tutto il paese.
Una storia semplice, ma che nasconde comunque tematiche importanti come quella dell'abbandono e del maltrattamento degli animali, ma anche della libertà e dell'amicizia. L'importanza del rispetto e dell'amore da prestare nei confronti degli animali, sono il fulcro di questa storia, estremamente educativa. Non solo per i lettori più giovani, a cui è dedicata la collana Tipitondi, ma anche agli adulti.
E' impossibile non innamorarsi di Brina e della sua pelliccia scolorita, grazie ai dolci disegni dal tratto pulito e colorato. Insieme a lei conosciamo il grande gatto Vespucci, dal passato travagliato, il piccolo Atomino e la gatta Gabriella.

In ogni pagina si percepisce il grande amore per gli animali e la voglia di prendersi cura di loro.
Bellissima anche la parte finale con la storia di Brina in rima!
Inutile dire che anche i miei gatti hanno molto apprezzato questa graphic novel.

        
 ★★★
A presto,
Ari♥

mercoledì 12 luglio 2017

Di taccuini, pennelli e progetti..

Nell'ultimo periodo ho iniziato a studiare seriamente illustrazione e tutto ciò che ci ruota attorno. Farlo da autodidatta continua a non essere semplice, ma spero di riuscire a fare presto qualche bel corso. 
Sto leggendo libri e manuali, sfogliando e osservando albi illustrati a tonnellate, sto progettando il mio portfolio, studiando come funziona Behance, come fare un sito internet e aprire un piccolo shop online, mi sto appassionando di illustrazione botanica e scientifica. Di conseguenza riempio taccuini e foglietti con schizzi incomprensibili e appunti vari di idee e progetti che forse prima o poi vedranno la luce. 
Paradossalmente, in questo momento, sto disegnando poco. Non appena terminerà il mio anno di Servizio Civile in biblioteca (sigh!), prima di iniziare a cercare lavoro o iscrivermi a qualche corso specifico, ho deciso di prendermi qualche mese di stop da tutto per dedicarmi solo ed unicamente all'illustrazione. Sto pianificando un agenda di lavoro a ritmi serratissimi per potermi concentrare sulla realizzazione del portfolio in vista della Bologna Children's Book Fair 2018, del relativo concorso e altri. 
Insomma, si inizia a lavorare sodo, sperando di ottenere qualche risultato. 
Nel frattempo vi lascio questi piccoli esperimenti. 
Dagli acquerelli alla china e collage, fino ai veloci schizzi a pennarello. 
Fatemi sapere cosa ne pensate!
Seguiranno aggiornamenti.













A presto,
Ari♥