CHIUSO PER FERIE

CHIUSO PER FERIE

venerdì 30 dicembre 2016

Goodbye 2016: ovvero come concludere degnamente l'anno


Passi 22 anni senza mai farti male, senza finire in ospedale, senza fare giochi pericolosi o cavolate. Il massimo è stato sbucciarsi un ginocchio correndo incontro a madre all'asilo. Ventidue anni stando attenta a tutto e la vigilia di Natale mi rompo una caviglia camminando. 
Semplicemente camminando. 
Io l'avevo detto, sabato dopo pranzo, che dovevo andare a dormire perché ero stanca. Invece no, sono uscita e patatrac! 
Frattura spiroide del malleolo. Gesso e riposo per trenta giorni. Il che vuol dire anche niente lavoro. 
Siamo al settimo giorno e mi sembra già passata un'eternità.
E dire che il 2016 mi era parso un anno relativamente normale.
Ci sono state salite e discese, come sempre, ma tutto sommato è stato anche l'inizio di una nuova avventura: il mio lavoro di servizio civile in biblioteca. Una cosa completamente nuova che mi ha dato la possibilità di scoprire un mondo nuovo e di mettermi alla prova. 
Sono stata alla mia prima Bologna Children's Book Fair, ho frequentato il mio primo corso di illustrazione, sono stata alla presentazione di un libro, a un convegno sui libri, all'estero per la prima volta e per finire la mia caviglia. 
Ho scoperto anche di avere una mutazione genetica, ho dovuto dire addio a persone care.


Il 2017 inizierà con convalescenza, recupero e riabilitazione. 
Mi auguro sia solo un inizio incerto per una grande bella annata. In più a me il 17, come numero, piace. 
Anche per quest'anno niente propositi. 
Mi limito a (R)ESISTERE. 
Buon 2017.
A presto,
Ari 

12 commenti:

  1. Ciao Ari! ♥ Un post pieno di speranza alla fine: mi raccomando 'esisti' piuttosto che 'resistere', nell'anno che arriva! Buon 2017! Mi spiace tanto per il tuo incidente natalizio: cerca di goderti in qualche modo questi giorni di 'riposo forzato' :3

    RispondiElimina
  2. Accidenti, che sfiga, mi dispiace tantissimo!!! Tra l'altro so bene cosa significa perché da quando ero piccola e fino all'adolescenza minimo un osso all'anno me lo rompevo XD non perché fossi particolarmente spericolata eh, tutt'altro, ero solo sfigatissima e con qualche problemino fisico. Spero che la convalescenza passi in fretta e che tu ti rimetta presto.
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Non vedo l'ora di poter tornare a muovermi autonomamente sena dover chiedere aiuto per tutto!

      Elimina
  3. Accidenti! Adesso pensa a riprenderti.
    Per i buoni propositi c'è sempre tempo.
    Anche se, a dircela tutta, io non ne faccio mai perché tanto so come andrà a finire....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, ormai non mi ci metto nemmeno più!

      Elimina
  4. Bellissmo post e blog molto interessante, lo sto sfogliando tutto! Ti seguo!
    http://marycosmesi.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. Buon anno Ari! <3 Con la migliore delle intenzioni e con tanto affetto, CHE SFIGAAAAAAA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immensa sfiga ❤
      Grazie carissima ❤❤❤

      Elimina
  6. Buon anno cara ^^
    eh, mi spiace per la caviglia! Anch'io nei miei vent'anni sono stata abbastanza fortunata, ma si sa com'è il karma, quindi non gioisco troppo, non si sa mai XD

    RispondiElimina

Ehi ciao! Lascia una traccia del tuo passaggio