CHIUSO PER FERIE

CHIUSO PER FERIE

venerdì 5 agosto 2016

Books around me #7: Luglio



Io ancora non ci credo che luglio è finito. No,no, no ç_ç 
Non sono riuscita ad andare da nessuna parte, ho letto poco, disegnato ancora meno, preparato le tavole per la Bologna Children's Book Fair solamente nella mia testa.. Insomma, NO! 
Non può già essere agosto.
E non può essere che sia riuscita a riempirmi nuovamente di libri. 
E invece.
Nel mese di luglio mi sono accaparrata ben 13 libri. Il mio proposito di diminuire le entrate è leggermente fallito. Perlomeno gli acquisti sono stati solo due e non credo ne farò altri al momento. 
Il problema resta resistere agli scambi.
Questo sarà uno degli ultimi post prima della chiusura estiva del blog. Quindi passiamo al succo della questione.




















Santo Libraccio mi ha graziata con 4 libri a metà prezzo, cancellando però quello che mi interessava maggiormente.
Il seggio vacante di zia Rowling l'ho acquistato per Madreh che se l'è divorato in un giorno, insieme a Il mistero di Homo Naledi di Damiano Marchi. Quest'ultimo è un saggio riguardo la scoperta fatta in Sud Africa di uno scheletro di ominide che rimette in discussione tutte le datazioni sull'evoluzione della nostra specie. Entrambi sono libri che interessano moltissimo pure a me. Quanto è bello avere gusti simili alla propria mamma? Posso sempre usare la scusa di fare un ordine per prendere qualcosa per lei.
La via del sole di Mauro Corona non poteva mancare dato che ho tutti i suoi libri (sempre colpa di madreh che me l'ha fatto amare con Gocce di Resina). 
A questo si aggiunge Incidenti di percorso di Clara Gallini, edito da Nottetempo, l'ho scoperto grazie ad un'intervista all'autrice apparsa mesi fa su La Lettura. Antropologia, storia reale e non fiction, serve altro? 
Mercoledì scorso sono uscita con degli amici e dopo una giornata passata in giro, ovviamente finché aspettavo che arrivasse madreh (vedete, è sempre lei), ho fatto un giretto velocissimo in libreria. Dovete sapere che è una piccola libreria editrice e indipendente che amo e dove vado da sempre. Potevo uscire a mani vuote? Un uomo innamorato di Karl ve Knausgard mi serviva come incentivo a (ri)leggere il primo che avevo abbandonato nonostante mi piacesse (e poi queste copertine meravigliose), Giorno di luglio di Herman Hesse invece l'ho scoperto sempre su La Lettura e mi ha attirata immediatamente (e anche qui la copertina non scherza). Ero indecisa tra questi due e Sui gatti di Bukowski, che resta in wishlist. 

La Sperling & Kupfer mi ha inviato Il giardino del nuovo mondo di Philippa Gregory, secondo volume del dittico storico su Tredescant. Appena riesco a terminare i 3 libri che ho in lettura, credo mi butterò sul primo volume. 

Calendar girl. Aprile, maggio, giugno mi è giunto dalla Mondadori. Sapete già che non amo il genere.

Sempre grazie ad AccioBooks la mia libreria cresce a dismisura.
Al paradiso delle signore di Emile Zolà volevo leggerlo da quando ho visto la serie tv The Paradise della Bbc.
E venne chiamata due cuori di Marlo Morgan l'ho scoperto casualmente su AccioBooks e l'ambientazione mi ha subito attirata. Mi è arrivata un'edizione diversa e che non mi piaceva molto, così ho pensato di personalizzarla un pochino. Ve ne parlerò meglio in un post dedicato a settembre.
Se ti abbraccio non aver paura di Fulvio Ervas, resoconto di un viaggio on the road di un padre con il figlio autistico, volevo leggerlo da tempo. Purtroppo i pareri che ho letto sono molto contrastanti.
Quel fantastico peggior anno della mia vita di Jesse Andrews, meglio conosciuto con il titolo originale Me & Earl & the Dying Girl. Dovrebbe essere uscita anche la trasposizione cinematografica, se non sbaglio.
Questo è stato uno scambio fatto totalmente d'impulso.
E infine Su e giù per le scale di Monica Dickens, nipote di quel Dickens. Fra i libri scambiati è quello che mi ispira maggiormente e credo sarà una delle prossime letture.
Appena riesco a terminare i tre libri che ho in lettura.
Ebbene, è tutto.
Non riuscirò mai a leggere tutti i libri che ho sparsi per casa. Ma continuerò a prenderne di nuovi.
E' più forte di me.
Anche solo vederli tutti impilati (o meglio incastrati) nella libreria, mi dà un gran senso di pace. 
Mentre Fidanzato sclera quando passo un'ora e mezza a fissare la libreria per scegliere cosa leggere o quando dobbiamo fare le pulizie e spostare lo scaffale diventa impossibile.
Giuro che per il mese di agosto mi tratterò dal fare acquisti/scambi pazzi (anche se ho già ricevuto 3 libri).
Fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi libri o se c'è qualcosa che vi ispira particolarmente.
Ci riaggiorniamo tra qualche giorno, prima della chiusura estiva.
A presto,
Ari.

Nessun commento:

Posta un commento

Ehi ciao! Lascia una traccia del tuo passaggio