CHIUSO PER FERIE

CHIUSO PER FERIE

martedì 21 giugno 2016

Pinna morsicata di Cristiano Cavina

Buongiorno readers! 
E' il primo giorno d'estate e finalmente oggi c'è il sole! Non si vede che mi piace l'estate, vero? 
Per festeggiare la giornata, oggi vi propongo la recensione di un libricino che ho adorato follemente.
Si tratta di Pinna morsicata di Cristiano Cavina, edito da Marcos y Marcos nella carinissima collana Gli scarabocchi. Una collana nuova e dedicata a bambini e ragazzi tra i sette e i tredici anni. Ma credetemi, questo libro è perfetto anche per i più grandi. Soprattutto se state attraversando un periodo di sconforto, questa lettura può tirarvi su di morale e farvi sorridere di tenerezza.
Vi annuncio anche che, a partire da questa recensione, troverete un disegno o un'illustrazione fatta da me e ispirata al libro. Forse non in tutte, tutte le recensioni, ma insomma cercherò di fare qualcosina, anche di piccolo, per ogni libro letto.
Fatemi sapere cosa ne pensate di quest'idea e se l'illustrazione di oggi ispirata al libro vi piace!



Può capitare che la cicatrice più grande della nostra vita sia visibile a tutti quanti, tranne che a noi.


Pinna morsicata di Cristiano Cavina
illustrazioni di Laura Fanelli

28 aprile 2016
Marcos y marcos
15,00
Nuotando pinna a pinna, si sorride, si litiga e si scambiano i segreti. Si diventa molto di più che semplici compagni di rotta. Era l’avventuroso Pinna Morsicata del Clan di Muso Lungo, saltava sulle onde a perdifiato. La cicatrice sulla pinna lo rendeva unico, speciale. Adesso invece si lascia trasportare dalla corrente, lontano dal suo Clan, senza rotta né compagnia. Pinna Morsicata ha perso la gioia, e quando un delfino perde la gioia, perde tutto. Si è spezzato il cuore con le sue pinne e non vuole parlarne con nessuno: pensa solo a scomparire in fondo al mare. Che buio, laggiù. Tutto quel mare che ti schiaccia, nemmeno una creatura intorno. Poi, di colpo, una voce. C’è un pesce giallo a forma di valigia. “Ho un guasto alle code, continuo a colare a picco, potresti nasarmi in su?” Unire le rotte è necessario. “Porto al sicuro questo pesce a spigoli e poi sparisco di nuovo con la mia tristezza” pensa Pinna Morsicata. Ma è difficile scomparire come si deve, quando ci si ritrova qualcuno tra le pinne. Spigolo conosce tutte le lingue del mondo d’acqua. Ha navigato in molti mari. Anche lui ha perso qualcosa. Nuotando pinna a pinna, si sorride, si litiga e si scambiano i segreti. Si diventa molto di più che semplici compagni di rotta. Insieme si nuota più veloci, più leggeri, e si può affrontare tutto: anche il ghigno beffardo di uno squalo.

Pinna morsicata è un delfino solitario e scontroso, ma anche un delfino speciale: la cicatrice sulla sua pinna lo rende unico. Ma ora si sta lasciando trasportare dalle onde, lontano dal suo Clan, lontano dagli amici, lontano da tutto. Ha perso la gioia e ha il cuore spezzato, l'unica cosa che desidera è scomparire nelle profondità del mare, in quel buio misterioso e solitario.
Arianna Bordignon
Perché non è affatto facile trovare il proprio posto nel mondo e Pinna morsicata lo sa bene.
Finché sulla sua via non trova un curioso pesce giallo a forma di valigia, Spigolo. con un problema tecnico alle code. E' necessario unire le forze, in mare non si lascia indietro nessuno. Diventa complicato sparire e allontanarsi da tutto e tutti, quando si ha qualcuno di così stravagante e chiacchierone che naviga vicino.
Nuotando insieme, ci si conosce poco per volta, tra una risata e una litigata ci si scambia anche i propri segreti e tutto cambia.
In questo piccolo libro si parla di molte cose: di solitudine, di amicizia, di paura e coraggio, di solidarietà e diversità, di partenze e ritorni, ma soprattutto si parla di quella grande avventura chiamata crescita. 
Cristiano Cavina adotta la forma della favola per trasportarci nelle profondità e vastità dell'oceano, ma soprattutto per far scoprire al lettore, piccolo o grande che sia, la forza dei sentimenti.
Quando Pinna morsicata incontra Spigolo, i suoi silenzi cupi e pieni di pensieri vengono interrotti dalle stravaganze di questo strano pesce con un guasto alle code. E se all'inizio sembra solo essere un intralcio momentaneo alla sua fuga dal mondo e da se stesso, l'amicizia si fa sempre più forte e nemmeno un litigio o uno squalo che affiora del fondale, possono più farla vacillare. Perché ormai non si è più soli e insieme si può affrontare tutto. 
Anche le parole non dette hanno un peso. Perfino maggiore di quello dell'acqua. Se non dici mai niente, finisci per ritrovarti con troppi cieli addosso.

Una storia dolce, che fa riflettere il lettore su chi siamo e su cosa vogliamo. Per tutti i piccoli e grandi esploratori del mondo che non vedo l'ora di partire per la grande avventura della crescita, e perché non ci si dimentichi mai che il ritorno a casa è sempre l'avventura migliore. 
Merita una menzione speciale anche la cura adottata dalla casa editrice nella veste grafica dell'intero libro. Non troviamo solo le bellissime tavole illustrate di Laura Fanelli, ma anche una grandissima attenzione a tutti i minimi dettagli: dalla scelta del blu come colore del testo, al dettaglio della pinna morsicata per indicare la numerazione dei capitoli. 
Pinna morsicata è un piccolo gioiellino che brilla tra le onde, da regalare e regalarsi per ritrovare il sorriso e la forza per affrontare il tortuoso viaggio verso la crescita e il proprio posto nel mondo.



















Ci sono Delfini che non si accontentano di vivere in novanta pinnate d'acqua. Pinna Morsicata era uno di loro. Non si sa perché questo accada, se si nasca o si diventi così. Certi mammiferi, marini o terrestri che siano, vivono con la più incurabile delle malattie: la curiosità

A presto,
Ari. 

2 commenti:

  1. Mi hai conquistata, voglio leggerlo! E' incredibilmente blu e poi... la tua illustrazione è pazzesca. La Marcos y Marcos mi è sempre piaciuta, riesce ogni volta a sorprendermi. Inoltre amo il genere (non so se hai letto Olga di carta, ma secondo me ti piacerebbe!). :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' carinissimo e di una dolcezza incredibile! Poi la veste grafica, le illustrazioni e i colori (blu e un po' di giallo) sono meravigliosi! Se lo leggi poi fammi sapere cosa ne pensi! Grazie per l'illustrazione, inizialmente avevo in mente tutt'altro, ma alla fine sono soddisfatta del risultato (stranamente) :)
      Olga di carta l'avevo adocchiato un paio di volte e ho visto qualche video, post e foto in giro. Devo dire che mi ispira moltissimo, spero di riuscire a recupearlo :)

      Elimina

Ehi ciao! Lascia una traccia del tuo passaggio