venerdì 18 marzo 2016

Proibito di Tabitha Suzuma

Ciao a tutti! Latito da un po' di giorni ed è probabile che la cosa continui anche settimana prossima, ma sto cercando di organizzarmi al meglio e presto tornerò attiva.
Vi lascio questa recensione questa mattina presto, perché dalle 12.00 in poi sarò senza corrente elettrica *yeeeah* Mai una gioia. 
Per fortuna è una bella giornata di sole, ma bando alle ciance. 

Titolo: Proibito 
Autore: Tabita Suzuma
Editore: Mondadori
Anno: 2011
Prezzo: 16,00
Pagine: 360

Trama: Lochan ha quasi 18 anni, è chiuso e solitario. Maya ne ha 16, è molto sensibile e più matura di quello che la sua età richiederebbe. Sono fratelli, e hanno altri tre fratellini più piccoli da accudire: Kit, Tiffin e Willa, la loro ragione di vita e la loro preoccupazione più grande da quando il papà li ha abbandonati per una nuova famiglia e la mamma ha iniziato a bere e si è trovata un altro uomo. I giorni passano e solo una cosa ha senso: essere vicini, insieme, legati, forti contro tutto e tutti. Per Maya, Lochan è il migliore amico. Per Lochan, Maya è l’unica confidente. Ma cosa succede quando il vortice dei sentimenti ti trascina verso un’attrazione fatale? Se il legame diventa così stretto e subentrano l’attrazione fisica, la passione, la gelosia, la dipendenza? Un bacio, un momento di passione e poi la catastrofe è inevitabile.

Come può una cosa tanto sbagliata renderti così felice? 
E' un tema  difficile quello trattato nel romanzo.
Una famiglia a dir poco disastrata: un padre sparito dall'altra parte del mondo con una nuova moglie, una madre alcolizzata e assente, tre fratellini: KitTiffin e Willa, e due fratelli adolescenti a prendersi cura di loro: Lochan e Maya. Lochan, il fratello maggiore, intelligente e indecifrabile, è considerato un disadattato perché non parla praticamente mai se non in casa. Maya, di tredici mesi più piccola di Lochan, più estroversa e positiva all'apparenza, ma consapevole del fatto che questa sia solo una facciata, è l'unica che riesce davvero a capire il fratello. Entrambi cresciuti troppo in fretta e costretti a delle responsabilità e dei problemi troppo grandi per due adolescenti. Tolti i panni degli studenti, dopo la scuola, diventano due genitori pronti a farsi carico dei fratellini incontenibili, delle bollette, delle pulizie e dei compiti. Senza mai un attimo di riposo, i due si sostengo a vicenda difronte alla madre perennemente assente perché troppo impegnata con l'alcool ed a inseguire la giovinezza persa correndo dietro agli uomini. La loro vita si divide tra scuola e casa, tra compiti e faccende domestiche, tra un giovane adolescente in crisi e una bambina di 5 anni vivace e sognatrice, sempre pronta a giocare con l'altro fratellino.
La consapevolezza di potersi appoggiare solo tra loro due, farà mutare il loro legame fino a far nascere il sentimento più complicato che esista. Un sentimento impensabile e proibito, ma allo stesso tempo dolcissimo e confuso. Un amore clandestino che li metterà alla prova, un amore che cercheranno di sostituire e rifiutare, ma che non si arrenderà e continuerà a crescere. Un sentimento vero e puro, quello dell'amore di due anime gemelle a cui il destino ha giocato un brutto scherzo.
E così, tra bambini da crescere, bollette, compiti ed esami il loro amore, inizia la scalata verso la felicità.Il timore di non farcela, di venir scoperti, la paura che li allontana e avvicina, aleggia sempre nell'aria, come un monito impossibile da ignorare.Sono costretti a vivere dietro una maschera, in una finzione comandata dai dettami di una società che non trova spazio per i loro sentimenti. Ma tutto questi problemi scompaiono magicamente con un bacio, una carezza un ti amo detto sottovoce nell'ombra di una stanza illuminata solo dalla luna. Attimi di gioia e amore rubati. 

Si possono chiudere gli occhi davanti a ciò che non si vuole vedere, ma non si può chiudere il cuore davanti a ciò che non si vuole sentire.



Si fa strada il sogno di poter stare per sempre insieme, di trovare una soluzione. Sognano di continuare la loro storia di nascosto mentre i bambini cresco e di poter finalmente stare insieme liberamente quando la famiglia non avrà più bisogno di loro. Un sogno dolce e comprensibile. Ma la vita non è fatta per sognare ad occhi aperti. 
Quando tutto sembra andare finalmente per il meglio, accade il peggio e tutto inizia a cadere.
Concordo con chi, dopo aver letto il libro, ha detto che Proibito è una delle migliori letture. Si rimane con il fiato sospeso fino all'ultima parola. L'alternarsi dei pensieri di Maya e Lochan diventa indispensabile vista la tematica così complicata e intensa. Si riesce così ad avere un quadro completo dei pensieri di entrambi. E' una storia che analizza meticolosamente la psiche dei protagonisti, fino a rendere il tutto autentico, reale e profondo. Nel loro amore non c'è perversione, nulla di torbido, solo un'infinità di sensazioni che a volte risultano difficili da sostenere.
Lo stile dell'autrice è intenso ma scorrevole,  riesce a spingere il lettore al limite, mettendolo alla prova. E' riuscita a dar vita a un intreccio perfetto quanto difficile da accettare. Ci troviamo difronte ad un quadro di un realismo doloroso, struggente, accompagnato dalla disperazione, dal bisogno d'amore e dalla speranza di un destino migliore. 
Anche se la situazione è sbagliata, il cuore del lettore non smette di palpitare nonostante la confusione, la tristezza e la frustrazione. Non ci si sente "disgustati" dal loro amore, ma invasi dai loro stessi sentimenti di dolore e pena.
La storia è dolce e amara e quando si conclude lascia uno squarcio nel petto. 
E' un susseguirsi di struggente dolcezza e malinconia che crea situazioni nuove e sempre più coinvolgenti fino ad accompagnare il lettore sul sentiero della sofferenza, che fa rimanere senza parole, fa riflettere e lascia il segno. Forse il finale lo immaginavo, o lo speravo, diverso. Ma chi può dire se sarebbe stato migliore. 

Leggendo questo romanzo non ho potuto far a meno di pensare al mito di Aristofane o degli androgini di Platone. Secondo la mitologia greca, gli umani originariamente furono creati con quattro braccia, quattro gambe e una testa con due facce. Temendo il loro potere, Zeus li divise in due parti separate, condannandoli a trascorrere le loro vite a cercare l’altra loro metà, che gli era stata ingiustamente negata. E' da sempre  un mito che mi affascina e che amo. 

Unico punto negativo del romanzo, la dicitura Young Adult. Proibito, a mio parere, è un libro che va capito, con un tema difficile su cui bisogna riflettere, adatto ad un pubblico più maturo. 





Alcuni estratti

Il sentimento era lì che covava da anni, salendo giorno dopo giorno sempre più vicino alla superficie. Era solo questione di tempo prima che squarciasse la ragnatela del nostro rifiuto mentale, obbligandoci a guardare in faccia la realtà ed ammettere ciò che siamo: due persone innamorate di un amore che nessuno potrà ma capire.

Tu sei qui davanti a me, coperta di tagli e lividi, ed è come se te li avessi inferti io con le mie stesse mani. E ti amo, ti amo così tanto che mi sento morire, eppure non posso che continuare a respingerti e farti soffrire, finché alla fine il tuo amore non si tramuterà in odio.
Per sopravvivere, il corpo umano ha bisogno di un flusso continuo di cibo, di ossigeno e di amore. Senza di lei, perderei tutti e tre. Distanti, inizieremmo lentamente a morire.
E so bene quello che prova;è talmente bello da far male. Mi sembra di poter morire di gioia. Mi sembra di poter morire di dolore.
Quand'è che ci si arrende, che si decide che il troppo è troppo? La risposta è una sola. Mai.  






5 commenti:

  1. Uno YA così io lo sto ancora cercando.
    Tostissimo, e mi dispiace che al tempo non avessi il blog per parlarne.
    La voglia di rileggerlo - anche se io non rileggo, e figuriamoci storie così intense - è tanta. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, l'unico che si poteva considerare un NA/YA (forse più il primo) con contenuti trattati in modo coerente e con un senso.
      Aaah, nemmeno io riesco a rileggere!

      Elimina
  2. Ciao! Io sono sempre stata frenata nei confronti di questo libro, probabilmente perché so già il finale (lo immagino), però è arrivato il momento di prendere in mano questo libro e lasciarmi travolgere da quelle emozioni di cui tutti parlate =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero titubante anch'io all'inizio, ma è un buon libro. Il tema è trattato estremamente bene e non risulta mai disturbante a mio avviso

      Elimina
  3. Il finale è struggente, come dici tu lascia uno squarcio nel petto. E' una storia che sconvolge e confonde le idee su un tema che, un attimo prima di aprire il libro, sembrava limpido e preciso: è una cosa sbagliata, punto. Poi arrivano Lochan e Maya e, per quanto sembri sconvolgente il loro affetto sembra normale e giusto.

    RispondiElimina

Ehi ciao! Lascia una traccia del tuo passaggio