mercoledì 17 febbraio 2016

17 febbraio: Festa del Gatto


Bentrovati, 
come vi avevo annunciato ecco il post riguardo la Festa del Gatto.
La sottoscritta, da vera gattara inside, non può assolutamente esimersi dal fare un post sui gatti. 
Specialmente un post fotografico, con i propri mici. 
Ho deciso di parlarvi di questa festa e un po' anche dei miei, tantissimi, gatti mostrandoveli. 
Sono venuta a conoscenza di questa giornata l'anno scorso. 
La sera girovangando sul web l'ho trovata per caso. Ha attirato la mia attenzione, non solo perché amo i gatti, ma perché quel giorno avevo avuto un incontro "particolare".
Ero a Venezia e tornando verso la stazione dopo le lezioni, mi ero imbattuta in un signore che chiedeva l'elemosina su un ponte, suonando la fisarmonica. La cosa che mi aveva colpita erano i gatti che lo circondavano, facendogli le fusa mentre lui suonava, le carezze che faceva loro. 
La coincidenza della ricorrenza con l'incontro, mi ha impresso nella mente questa "festa". E poi, sappiamo quanto siano presenti anche in letteratura, soprattutto come fonte di ispirazione: Baudelaire, Gianni Rodari, Alda Merini,Neruda; per citarne alcuni.














La festa del gatto è nata nel 1990, su iniziativa di una rivista di amanti dei gatti. Viene festeggiato il 17 febbraio in molti paesi europei, mentre al di fuori dell'Europa è stata scelta la data dell'8 agosto, il World Cat Day. In Russia è stata scelta la data del 1 marzo, mentre negli Stati Uniti, la National Cat Day si celebra il 29 ottobre.
Detto ciò, passiamo ai miei amici mici.
Ho sempre avuto gatti, fin da quando ero piccolina. Negli ultimi anni il numero è salito esponenzialmente. Tra randagi, trovatelli, gatti inselvatichiti, la situazione è un po' sfuggita di mano... ci ritroviamo a quota 30, circa. Lo so, sono tantissimi. 
Per fortuna abbiamo molto spazio, sia come giardino sia come spazi coperti. C'è sempre un gran via vai felino, ma alla fine quelli che "vivono" in casa sono una decina (comunque tantini, mi rendo conto). 
Ma non potrei mai vivere senza gatti (e cani). Per me sono parte della famiglia, sono una terapia, una compagnia e ogni tanto una disperazione! Come quando squartano rotoli di carta da cucina, distruggono vasi, corrono come disperati rovesciando tutto. 
Ognuno dei nostri gatti ha un nome, solitamente scelto in base a caratteristiche e comportamenti. Non sempre ci azzecchiamo però e i nomi sono di tutti i tipi: Bilbo, Sissi, Corto, Poldo, Muffin, Trixie (Pixie), Rosino, Nuvoletta, Merlino, Attila, Blu, Spillo e Panzerotta,Kiwi  e via dicendo.
In questi ultimi due anni, ho avuto anche due gattine tripodi. Nate entrambe senza una zampina. Avendo bisogno di qualche attenzione in più, sono diventate un po' le cocche di casa. Ma anche i vecchi di casa, Sissi e Poldo, si fanno valere. Sissi ha 19 anni e non si schioda dal divano se non per uscire per i bisogni e andare a dormire sul letto dei miei di notte. 
Blu, quando resta chiusa fuori inizia a grattare i vetri delle finestre e voi non avete idea del rumore atroce che possono fare quei dannati gommini rosa su di un vetro.
Corto è il principino di casa. Quando siamo a tavola lui è sempre pronto a saltare in braccio per chiedere cibo. 
Kiwi è diventata un po' il simbolo della mia autostima dato che le ho salvato la vita. La prima volta che ha fatto i gattini era ancora molto piccoli, sia di età che di dimensioni. I gattini erano molto grandi, lei piccola e inesperta. Risultato? Il primo era al contrario e incastrato. La sottoscritta, dopo aver preso coraggio (immenso coraggio), ha tirato fuori il gattino. Letteralmente. E' stata un'esperienza unica e terrificante allo stesso tempo. Ma la soddisfazione di averla aiutata, curata e accudita dopo è stata grandissima. Questo ha provato che avrei potuto fare veterinaria, come sognavo fin dall'asilo. Sarà per la prossima vita!





























Ogni gatto ha il suo carattere, le sue abitudine e fissazioni. Potrei scrivere pagine su pagine di tutte le cose che combinano o che ho visto. E io li amo. Anche quando mi portano i topini/uccellini morti come premio.
Se volete vedere altre foto (anche dei miei cani), vi lascio il link all'album facebook. Sto provando anche l'app Catastic, una sorta di instagram riservata ai gatti. Devo ancora capire come funziona, ma è una cosa simpatica.
Spero che questo post vi sia piaciuto, e se vi va raccontatemi dei vostri amici a quattro zampe nei commenti!.






























A presto,
Ari. 

4 commenti:

  1. Ma che bellezza questo post in onore della festa del gatto!!! I gatti sono davvero creature speciali e rendono la vita migliore, con il loro passo felpato, i loro occhi profondi e il loro affetto incondizionato! E quindi direi che, vista la quantità di gatti che hai nella tua vita, puoi dirti molto fortunata! ;-) Bellissime anche le foto, complimenti!

    RispondiElimina
  2. Ari, io amo i gatti!
    Non sono una grande amante degli animali ( proprio per nulla), ma i gatti! I GATTI! *w*
    Purtroppo mia mamma non ne vuole sapere e vivendo in un appartamento la posso anche capire. Non parliamo di mio padre che è una vita che vuole un cane, ma anche in questo caso la regina madre ha detto di no ( da una parte meglio così: ho paura dei cani xD).
    In compenso, però, ho un canarino di nome Figaro, che mi è stato regalato dalla mia migliore amica al mio compleanno: è la gioia di tutta la famiglia! :)

    RispondiElimina
  3. Wow 30 gatti che meraviglia! a me basterebbe che mia madre me ne facesse tenere uno Y-Y
    Per fortuna posso strapazzare la gattina del mio ragazzo che ha compiuto da poco un anno e che ho visto trasformarsi da piccolo topino spennacchiato in una bellissima pelosona meravigliosa *-*
    La sento come se fosse mia ♥

    RispondiElimina
  4. Ti prego ti prego e ti prego posso venire a vivere con te?? Io adoro i gatti sono una gattara inside però purtroppo causa "uomini rompiballe" ne ho soltanto uno ^_^ Tra l'altro vedo che abbiamo anche un'altra passione in comune...la fotografia :-)
    Se vuoi passare da me anche io ho dedicato un post a loro
    http://ilsalottodelgattolibraio.blogspot.it/2016/02/giornata-mondiale-del-gatto.html

    RispondiElimina

Ehi ciao! Lascia una traccia del tuo passaggio